Pages Navigation Menu

Il Blog che ti Insegna a Fare Tutto

Come Recuperare Capi in Lana

La lana è una fibra di origine naturale in quanto viene ricavata dalle pecore. Molto utilizzata d’inverno poichè ha un alto potere riscaldante, viene lavorata in vari modi per crearne dei caldi capi. L’unico problema, è che essendo delicata, col tempo può subire dei danni.

Infeltrita
Se il vostro capo in lana si è infeltrito, poichè lavato troppo spesso, occorre rimediare immergendo l’indumento in un bagno di acqua tiepida addizionata di bicarbonato di sodio. Sciacquate quindi con un’acqua alla stessa temperatura. Potete anche aggiungere due cucchiaiate di glicerina all’acqua del risciacquo. E in maniera preventiva, abbiate sempre cura di lavare e sciacquare la lana alla stessa temperatura: è la differenza tra le due a provocare l’infeltrimento.

Barba
Le lane sintetiche sono soggette ad una brutta «malat­tia» che si chiama barba, e i cui sintomi sono molteplici piccole «palline» che si formano sulla lana, dandole un aspetto trascu­rato e sporco. Per sopprimerle, passatevi sopra un rasoio, sen­za premere.

Ingiallita
Per ridare il suo candore alla lana ingiallita, sciac­quatela in un bagno d’acqua tiepida addizionata di qualche goccia di conegrina o di acqua ossigenata a 20 volumi.

Rilavorata
Per riutilizzare ai ferri della lana già lavorata, bi­sogna lisciarla passandola al «pressing» in casa, esponendola al vapore d’acqua di una casseruola (ma allora ci si brucia le ma­ni). Una buona soluzione consiste nel far scivolare l’estremità del gomitolo nel becco di un bollitore e nel tirare dolcemente il filo che perderà così tutte le antiestetiche arricciature.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *